Ogni giorno passo…

Ogni giorno passo a prendere mia figlia da scuola e  mi unisco alle tante mamme in attesa, come me, dell’uscita dei loro figli.
Inutile dire che si sono istaurate amicizie piacevoli e  quando manca qualcuno all’appello ci cerchiamo.
Fra queste signore ce n’è una a cui cerco di stare a debita distanza. E’ gentilissima, ci mancherebbe, ma ha un vizio: fuma.
Essendo all’aperto si sente libera di fumare una sigaretta dietro l’altra.
Mentre  parla a poca distanza emette il fumo passivo proprio sulla faccia della persona con cui  sta  chiacchierando, a me sta cosa urta parecchio.
Non sono schizzinosa ma confesso che il fumo mi crea fastidio, mi toglie il fiato, non essendo fumatrice lo trovo sgradevole, insomma se posso mi allontano.
Capisco che un fumatore incallito non considera questo aspetto, non ci pensa o è talmente oppresso dal vizio che non guarda in faccia a nessuno, ma poi subentra la maleducazione.
Una signora più sfacciata di me ha sollevato l’argomento dicendole che fuma troppo e dovrebbe evitare di farlo almeno quando è in compagnia di persone che non sempre gradiscono il fumo, lei ha risposto che è un’esigenza e talvolta non si accorge di accendere la sigaretta. Se ne rende conto quando oramai l’ha consumata.
Inutile dirvi che la cosa continua a ripetersi ogni giorno

donna-fumatrice
E’ sorta spontanea una riflessione sulla  dipendenza: a lungo andare altera i comportamenti.
Una semplice abitudine si trasforma in una ricerca esasperata.
La ricerca di quello che ti dà piacere

Non riusciamo a smettere quando una cosa ci dà gioia, dire basta è difficile.
Ma a un certo punto qualcosa cambia e la rotta s’inverte, smette di fare bene e inizia a fare male, ma per quanto  stia lentamente uccidendo rinunciarci è peggio.

 

Annunci

107 thoughts on “Ogni giorno passo…

    • io lo tollero abbastanza il fumo…ma quando si esagera …ehm…non dico nulla per educazione ma mi allontano quatta quatta
      Deve essere la persona stessa preoccuparsi che non crei fastidio..invece il vizio non guarda in faccia a nessuno.
      Ciao Vittorio!

  1. Come ti capisco.

    Oltre ad essere un gesto da maleducati, a certe persone (come il sottoscritto) il cosidetto fumo passivo provoca bruciori immediati a occhi e gola da lontano, figuriamoci quando si fuma in faccia. Viene la tentazione di strappare la sigaretta di bocca e lanciarla il più lontano possibile o pestarla sotto la scarpa.

    Poi il vizio è vizio, c’è poco da fare. Chi ha forza di volontà lo supera, chi è debole rimane schiavo. E poco importa se si perdono salute e migliaia di euro all’anno letteralmente in fumo.

    Detto ciò auguro una buona giornata 🙂

    • Jim i vizi non sono semplici da superare…quello del fumo poi è tremendo!
      Oltre a danneggiare la salute ti svuota pure il portamonete. Conosco persone che rinunciano ad un panino per destinare i soldi alle sigarette. Vabbè!
      Ognuno vive come meglio crede..per carità..però quando fumano potrebbero pensare alle persone che sono accanto..ehm..non sempre tutti gradiscono.
      Cmq sai come è finita?…nonostante le sia stato detto che il suo fumo passivo toglie il respiro lei continua imperterrita ad accendere la sigaretta e fumarla addosso a chi sta davanti!
      E’ il caso di dire che è “de coccio” ..sorrido!
      Ciao Jm…buona giornata!

  2. Il discorso delle dipendenze è immenso.
    Del tuo post però questa mattina voglio cogliere la prima parte, quella dell’incontro delle mamme/nonne all’uscita della scuola. Le mie migliori amiche, anche ora che i miei figli hanno 18 anni, sono le mamme dei loro compagni di scuola. Quel momento d’attesa, è diventato un aiuto, un conforto, un divertimento. Ci siamo sorrette, consigliate; abbiamo pianto, riso tutto in quei pochi attimi davanti alla scuola.
    E un po’ mi manca.
    Ciao
    Chiara

    • E’ stata una scoperta anche per me sai?…giorno dopo giorno, chiacchiera dopo chiacchiera si sono istaurate belle amicizie e dire che i nostri figli frequentano classi diverse ma questo non è mai stato rilevante.
      Oramai sono tre anni che ci vediamo puntuali davanti la scuola e ora che sta per finire ci mancherà un po’ questo nostro appuntamento
      Il prossimo anno i nostri ragazzi hanno scelto istituti diversi quindi non ci vedremo più così assiduamente. Peccato!
      E’ vero quello che dici..oltre alle risate e la piacevole compagnia che ci scambiavamo devo dire che la nostra amicizia è diventata un aiuto, un conforto un qualcosa che difficilmente ne faremo a meno.
      E’ proprio vero che le cose belle nascono così…senza un perché..e quando meno te l’aspetti.
      Piacere di leggerti Chiara…un sorriso per te!

  3. Come hai detto bene tu, diventa per certe persone una dipendenza talmente forte che non se ne rendono neppure conto. Personalmente non sopporto il fumo e credo che gentilmente le farei notare che se mi allontano è perchè mi crea fastidio a livello fisico. Se insieme alle altre mamme fate la stessa cosa, magari può servire a farle capire il vostro disagio… magari.
    Buona giornata 🙂

    • Penso che tu abbia ragione..bisognerebbe emarginarla un pò per vedere se comprende la situazione…ma in cuor mio mi piange un il cuore perchè è una persona gentile e buona.
      Allora cerco di mettermi nei suoi panni e capire che purtroppo la dipendenza è un malattia…non facile da guarire e spesso ha la meglio sul comportamento.
      Quindi sopporto un pò…poi quando non ce la faccio più mi allontano
      Pensa che mia figlia quando saliamo in auto mi dice “mamma odori da posacenere”..per forza.. ho gli abiti intrisi di fumo!
      Ciao Sun..ti abbraccio 🙂

  4. Ti parrà strano ma per molti, fumare una sigaretta (un vizio compensativo) è l’unica fonte di appagamento, per cui, fintantoché non creano disagio agli altri, in una certa misura, andrebberro anche compresi. Io tengo alla mia salute, e fumo con molta moderazione: 6/7 al giorno, Camel One (la più leggera che esiste ), in modo molto rispettoso.

    • bravo…..mi è piaciuta la tua ultima frase “in modo molto rispettoso”
      Ogni persona decide come vivere e segue ciò che fa stare bene…tutto è lecito sino a quando non si oltrepassa un certo limite che si chiama rispetto.
      Io per prima sono molto attenta a comportarmi in modo educato verso il prossimo..poi vabbè capita la volta che si assumono comportamenti involontari che possono indispettire chi è accanto, ma questa è un’altra storia
      Chi accende una sigaretta sa bene che non tutti gradiscono il fumo passivo però fanno finta di nulla perché è più forte di loro dovervi rinunciare …ecco…in questi casi io mi allontanerei un minuto..il tempo della “fumatina” e poi tornerei a chiacchierare con le amiche.
      Sono piccole accortezze che vengono apprezzate..solitamente!!
      Ciao Lupo…ti abbraccio!

      • Io non ho mai fumato in auto, assolutamente, o in qualunque ambiente chiuso, sempre all’aperto, anche perché sono il primo ad ODIARE il fumo passivo. Comunque, aldilà di tutto, sappi che io vengo qui, a colloquiare con te, in questo tempio dorato, essenzialmente per guadagnarmi i tuoi abbracci.
        Un bacio 😉

  5. Dopo aver letto questo tuo post ho pensato di saltare, da fumatore cosa potrei dire?
    Non ci sono scusanti e ne sono consapevole, purtroppo il mio è un vizio che oltre a danneggiare la mia persona non è tollerato da tutti
    Quando è stato vietato il fumo nei luoghi pubblici per me è stato un po’ come morire, ho rincarato la dose quando sono all’aria aperta ed è concesso
    Ne fumo quasi due pacchetti al giorno, quindi ti puoi rendere conto del tempo che passa fra una e l’altra, e quando sono in compagni non me ne accorgo. Capisco la tua amica e comprendo anche voi che sopportate del fumo non causato da voi.
    Ho provato tante volte a smettete con scarsi risultati, purtroppo è una valvola di sfogo che se fa male fisicamente da una parte dall’altra mi fa stare bene moralmente , mi scarica, mi dà sollievo.
    Che ci vuoi fare è così e basta.

    • Perché non commentare il post?
      Accetto anche pareri discordanti sai?..questo è il bello del blog, confrontarsi.
      Mio padre era un fumatore incallito, proprio come te.
      La prima cosa che faceva la mattina come metteva i piedi giù dal letto era quella di accendersi la sigaretta
      Ha fumato per 30 anni poi un giorno si è ammalato di polmonite e il suo medico l’aveva avvisato che se non smetteva di fumare sarebbe campato poco
      E’ stata la spinta giusta per buttare il pacchetto di sigarette, da quel momento non ne ha più accesa una
      Questo per dirti che per uno come lui che fumava in presenza di chiunque e ovunque e gli sembrava impossibile smettere perché non trovava la forza di farlo…beh..la paura gli ha dato la spinta giusta.
      Se prima non poteva vivere senza oggi è rinato
      A presto!!

  6. Io ho smesso di fumare. Il fumo passivo mi piace o mi infastidisce, dipende dalle occasioni!! Diciamo che al mattino, se mi arriva una folata di fumo, mi si attorciglia lo stomaco. Ma è sempre stato così, anche quando fumavo, mai di mattina!! Ho notato che se la folata di fumo che arriva alle mie narici, è quella delle sigarette che fumavo io, mi da fastidio, se sono altre marche, no. Una cosa che non ho proprio mai sopportato è il fumo del sigaro!!!!
    Comunque hai ragione tu, spesso chi fuma non porta rispetto verso gli altri, forte del fatto che è all’aperto, senza pensare che se ci sono persone vicine, le allontana.
    Un soffio leggero!!

    • Ti confesso che ho fumato qualche sigaretta nella mia vita..tre..quattro?..non saprei.
      Ero in compagnia e una sigaretta dopo mangiato è piacevole..grazie a Dio non ho mai preso il vizio.
      Poi se penso a come danneggia il fisico, polmoni, pelle, denti ecc..mi passa proprio la fantasia…MI VOGLIO BENE
      Questo per dirti che se sono io ad accendere la sigaretta non mi crea fastidio il fumo..quello di altri sì!
      Cmq hai fatto bene a smettere……la tua salute ti ringrazia ^__*
      Una carezza per te! 🙂

      • Mah, sinceramente non ho smesso per la salute… Nel senso che se guardiamo quello, tutto fa male e tutto andrebbe smesso!! Poi di qualcosa bisogna pur andare all’altro mondo, no? 😉
        Un soffio!!!

      • ah ah ah
        le tue parole mi ricordano mio fratello…la sua filosofia di vita è : “meglio un giorno da leone che 100 da pecora” e continua a fumare come un turco ^__+

  7. Nn ho mai fumato e provengo da una famiglia di accaniti fumatori Che ora hanno tutti smesso.
    il fumo è una droga ma lo Stato ci lucra assaje ma si lava le mani avvertendo che ” nuoce”.
    sheraciaociao

    • pensa che lo stato aveva intenzione di mettere una tassa sulle sigarette elettroniche, il loro uso aveva messo in crisi la vendita di pacchetti in tabaccheria
      Era una perdita….
      Non ho parole…davvero!!
      Ciao..buona giornata 🙂

  8. Io fumo, ma ti capisco benissimo, perché io da fumatrice sto attenta a chi ho attorno e se ci sono dei bambini mi astengo dal fumare! Quella gente li non si sopporta!!

  9. Ciao! 🙂 Mio padre era un fumatore incallito ma per fortuna ha smesso qualche anno prima che nascessi. Io odio il fumo; non ho mai fumato e non ho intenzione di iniziare. Mi provoca molto fastidio il fumo di sigarette, sigari ecc. Alle superiori, all’entrata e uscita da scuola era un continuo slalom tra ragazzi-ciminiera. Se da un lato mi dispiace per le persone assuefatte da questo vizio, dall’altro mi arrabbio perché inevitabilmente respiro anch’io sostanze tossiche. Finché si è con amici o persone con le quali si ha una certa confidenza, si può gentilmente tentare di far presente la cosa ma quando si tratta di sconosciuti, l’unica è dileguarsi (se possibile).

    • I ragazzi iniziano troppo presto a fumare…e poi sarebbe bene si fermassero alle sigarette invece..ehm…vabbe’ lasciamo perdere altrimenti vado a iniziare un discorso molto complesso.
      Tu fai bene a non iniziare mai…e quando e’ possibile gira pure al largo…tutta salute 😉
      ciao..un 🙂 per te!

  10. E’ l’arroganza del fumatore. A me piace fumare ma ne fumo solo un paio al giorno perché un piacere non deve essere una schiavitù. Mi piace bere ma mi alcolizzo solo un paio di volte al mese quando esco con gli amici. Nella vita ci vuole moderazione e rispetto negli altri. Urlare e cantare a squarciagola, musica e televisione troppo alta. Innanzi tutto il rispetto.

    • Mi hai fatto sorridere….sei forte!!!
      Mica facile adottare la moderazione quando si ha il vizio…io non ce la farei!
      se si ha la fissa x le sigarette difficile fumarne poche…ogni momento e’ sempre buono….e x chi ha la mania di alzare il gomito sono spesso in giostra
      conosco persone a cui piace bere mi raccontano che fanno piu tappe nell arco della giornata nei bar
      Secondo me tu sei un furbetto…ma dimmi un po’ cosa dice tua moglie quando quella volta al mese torni a casa alticcio?
      Ti apre la porta?
      Povera donna…che pazienza deve avere…ih ih ih

      • Sono anche troppo bravo. Io mi limito ai venerdì sera mentre i miei amichetti il sabato mattina si fanno i giretti in moto e se ne tornato a casa dalle mogli la domenica sera. .

      • se fai una cosa così tu ti ritrovi con la valigia sull’uscio..sorrido!!

        Ps…mi permetto di scherzare con te perchè stai al gioco…non te incazzà Alberto ehhh…

      • Va tutto benissimo, il problema sorge solo quando s’incazza la moglie……. ce le hai presente le vignette di andy capp? E tu? Cosa combini?

  11. Sul fumo non mi esprimo, sono un fumatore di sigari cubani e toscani. I primi li fumo in momenti di relax, i secondi anche per la strada, cerco di non dare fastidio evitando di “sbuffare” all’interno dei negozi con le porte aperte, e non sopporto i talebani che protestano perché passandomi dietro ne sentono l’odore per un nanosecondo.

    Le mamme a scuola me le ricordo bene, nel senso che alcuni anni or sono ne conoscevo un gruppo della cosiddetta “Milano bene” che si ritrovavano a chiacchierare in caffetteria dopo aver lasciato i pargoli. Poi verso le 11 andavano a svolgere le loro faticose attività: pilates, equitazione, shopping e visita all’amante 😛

    • Se tollero poco il fumo passivo della sigaretta non sopporto proprio l’odore del sigaro.
      Ma hanno un sapore così buono???…dal’effluvio non si direbbe
      Il fatto che non sbuffi addosso alle persone ti fa onore…anche perché correresti il rischio di vederteli svenire davanti.
      Io non sono schizzinosa…come ho scritto nel post taccio per educazione, non sono nessuno per imporre qualcosa alla gente, però in silenzio mi allontano se proprio non resisto a sopportare il fumo.
      Ciao Fedy…non cambiare mai!

      • I sigari si fumano per l’aroma (come la pipa) e non per assumere nicotina, infatti non si aspirano nei polmoni. E ve ne sono di svariate varianti, a seconda del tabacco usato, dell’invecchiamento e della maturazione delle foglie; quelli migliori lasciano nell’aria un sentore gradevole. Il sigaro cubano è un rito, come aprire una bottiglia di Brunello.
        Il Toscano è altra cosa, una fumata veloce (se ammezzato) che puoi fare anche passeggiando, ed anche di questi ve ne sono diversi tipi. Non si fuma per vizio, ma per il gusto ….credo mi sia concessa quella mezz’ora due o tre volte la settimana, in strada, senza per questo essere ghettizzato.
        In fondo in tutte le strade i marciapiedi sono due 😉

      • Quindi il sigaro e’ per i “signori”…quelli che assaporano e non aspirano…….intanto inceneriscono chi passa da vicino
        scherzooooo… rido!
        ps..a parte gli scherzi…ho sempre pensato che tu sei raffinato…e i tuoi gusti sono la conferma
        serena notte!!

      • Pregare, dipende da cosa intendi. Le classiche “orazioni” no di certo …di tanto in tanto mi rivolgo ad una qualche entità …..una delle mie invocazioni preferite è:
        Che Dio me la mandi buona!

        ….e preferibilmente senza mutande….
        ahahahahah

      • E sì, prima promettete l’extasi totale e poi ci tocca pregare per elesimonare un po’ di …… insomma, quella…..

      • Mi sono perso anche io ….infatti il commento sulle preghiere sarebbe dovuto apparire più in basso ….
        Le mutande non vanno più di moda? Nel senso che le donne non usano più indumenti intimi o parli di altre tipologie? …..

      • Fedy se è vero che le Vip dettano moda..ehm…loro non indossano le mutande
        Hai presente Belen quando scende dalla scalinata di Sanremo con tanto di farfallina tatuata sull’inguine?..l’abito leggermente aperto fa vedere ..ehm…capito no??….di sicuro non si vede biancheria intima!!

      • Io parlavo delle mamme dell’hinterland. Quelle di Milano ne parlava Freddy, il Fedifrago. 🙂
        Pilates lo faccio, sai, dopo una certa età la schiena da segni di cedimento.
        Solitamente gli uomini si fanno le stagiste in ufficio mentre le mogli sono con il personal trainer (quanti luoghi comuni).

      • il personal trainer ..quello tutto muscoli e senza un pelo?
        Mmmmmmhhh non mi sembra molto macho, quindi non concordo!
        Riguardo voi uomini..beh sì avete un debole per le giovincelle..beh come darvi torto..l’occhio vuole la sua parte!

      • Mi riferivo alle signore 😉 ….e comunque non ho mai apprezzato le ragazzine (tranne quando lo era anche io), mi trovo meglio con le coetanee o di poco più giovani. Anche se devo ammettere che ora sto iniziando a guardare anche le quarantenni 😉

      • Ah ecco….sorrido!!
        Hai abbassato l’ eta’….
        conoscendoti un po secondo me a te vanno bene tutte dai 30 in su…se hanno un lato B notevole ancora meglio..

        prova dire di no!! XD

      • 30 troppo giovani, rimango dell’idea che le donne abbiano il loro periodo migliore tra i 40 ed i 50 anni. Poi magari tra qualche anno sarò anche io un ultra sessantenne rincoglionito che sbava per le 25enni, convinto che siano innamorate di lui anziché della sua carta di credito 😉

      • Ah ah
        secondo te Francesca e’ innamorata di Silvietto?..o del suo conto in banca!!
        Vedo che sei realista e cerca di non cadere nelle illusioni

        In effetti e’ vero…..mi sento al top…e’ forse per via dell’ eta’????
        un bacione 🙂

  12. Le dipendenze portano al male in ogni caso;) premetto di essere contrario al fumo. Soprattutto in luoghi in cui c’è altra gente oltre a te. È questione di rispetto verso il prossimo! Mi hai fatto venire in mente un bell’argomento da trattare in un post collegato a quello! Anche se mi calo nei panni di un fumatore. Che è comunque libero di continuare con la sua dipendenza. È necessario però non danneggiare gli altri;)
    Tratterò di un argomento correlato in un mio post!
    Grazie,
    Musa ispiratrice;)
    Cornelio

    • beh detto da te che sei un 16enne (?) la cosa mi fa un graaaaan piacere!!
      Ma dimmi un pò..tu hai fatto il percorso inverso nella tua vita?..sei nato vecchio e stai diventando giovane???
      Hai una testa così (________________________________________)

      • Ahahahahah ma no;) solo un po’ di buon senso;)
        Tutto merito dei “parents”! Devo dire che non mi hanno mai negato nulla, ma mi hanno fatto capire i pericoli che si possono correre;)

      • cmq finchè non vedo carta di dentità rilasciata con tanto di timbro dell’anagrafe io mica ci credo…..che hai 16 anni ovviamente!!
        …anche se non è importante l’età qui dentro…ma i pensieri che si trasmettono..e tu sei un grande in questo!
        🙂

  13. Io non fumo.
    Ho molti amici che fumano e rispetto la loro decisione.
    Credo che il fumare in compagnia sia, dopo tutto, un condividere qualche cosa.
    Odio però quando, essendo a faccia a faccia con una persona, questa si metta a fumare davanti a me.
    Quello non lo concepisco.

  14. A me il fumo mi da fastidio, non lo sopporto e pensa, ho sposato un uomo che era, (ha smesso da un anno, drasticamente, per la sua salute), un tabagista incallito! Se non e’ amore questo! Adesso ti racconto cosa mi succedeva quando, diciottenne con mio marito e i nostri amici anche loro fumatori (hanno smesso di fumare 10 anni fa!). Uscivamo alla sera, d’inverno, in macchina in tre che fumavano e io unica affumicata, allora mi lamentavo e loro mi dicevano vai fuori tu sei l’unica che non fumi, 😀 Tvb, baci e buona serata! ❤

  15. Premesso che il tabacco, come tutte le altre, alcool compreso, è una droga e che gli effetti della nicotina producono accumulo non soltanto sugli organi vitali del nostro corpo, credo di potere affermare che per smettere di fumare occorre una autentica motivazione eccezionale da condizionare, dolorosamente, a livello cerebrale lo spasmo da carenza di di nicotina nel sangue..
    L’ho vissuto sulla mia pelle e solo vivendola questa esperienza ho potuto comprendere il dramma dei tossicodipendenti!
    Ero un fumatore sin da ragazzino di circa 10 anni. Per tutta l’adolescenza ho continuato a fumare ovviamente di nascosto dei genitori e col tempo sono diventato, crescendo, un accanito fumatore. Fumavo di tutto: sigarette – sigaro – pipa, soprattutto sigarette arrivando all’assurdo di fumarne anche tre pacchetti al giorno e senza filtro .
    Almeno due volte ho provato a smettere per brevi o lunghi periodi ma il tarlo della sigaretta era sempre dietro l’angolo e, fatalmente, riprendevo a fumare. Sino a quando…la forte motivazione ci fu: la nascita di mia figlia! Lo stesso giorno della sua nascita, ancora prima che arrivasse a casa, ho promesso a me stesso e, quindi, a lei che non avrei mai più fumato. Il primo periodo, che durò un paio di mesi fu terribile; mi svegliavo con i crampi allo stomaco per la mancanza di nicotina. Ma, alla fine ho vinto io quantunque nel mio cassetto c’erano sia le sigarette, sia gli antichi toscani e sia il profumato tabacco da pipa olandese.
    Le giraterre le ho buttate dopo circa un anno perchè diventate praticamernte paglia; gli antichi toscani li ha fumati un mio caro amico, uno alla volta, quando veniva a trovarmi; il delizioso tabacco da pipa olandese, l’ho buttato via circa 10 anni fa all’ultimo trasloco! Nel frattempo ero aumentato 30 kg di peso! E col peso era andata fuori scala anche la glicemia. Oggi ho perso 20 di quei 30 chili di peso e con una dieta ferrea, anche la glicemia è tornata nella normalità al di sotto di 90 centili.
    Ho descritto la mia storia perchè nessuno possa addurre l’alibi di non riuscire a smettere di fumare. Smettere si può. Io non fumo più da 46 anni!
    E, secondo me, dovrebbero farlo proprio quelle signore che non hanno rispetto delle loro amiche alle quali fanno respirare il più dannoso fumo passivo. Almeno evitino di fumare quando sono in compagnia di altri! Ciao.

    • Caspita cosa mi hai raccontato.
      Bella dimostrazione di forza e volontà!
      La tua storia somiglia un po’ a quella di mio padre: ha smesso a seguito di una polmonite dopo tantissimi anni.
      E’ stata dura ma ora è contento…come lo sei tu da quel che leggo!!
      Complimenti per la persona che sei…e per il grande amore che nutri per tua figlia!!
      Ti abbraccio …trascorri una bella serata!

  16. Concordo con te sull’educazione (o maleducazione dipende dai punti di vista ma il risultato non cambia) di chi fuma a discapito dei non fumatori.
    Ammetto che molti anni fa fumavo la pia. Poi un giorno mi ha fatto star male. Tanto male che il fumo mi da nausea. Lo avverto anche a diversi metri di distanza e le sensazioni sono alquanto fastidiose. Quindi capisco il tuo disagio in presenza di quella fumatrice.
    Il fumo, come l’alcol, come il gioco dà dipendenza come le droghe. E avere la forza di volontà di smettere è assai difficle.

    • non è semplice smettere ma poi un giorno capita come quello che è accaduto a te, al posto di provare piacere si prova disgusto ed ecco che il vizio si perde
      Io credo che talvolta si supera il limite sino ad arrivare alla nausea..è questa è solo una fortuna
      La dipendenza è finita!
      un sorriso per te! 🙂

      • Parlare di vizio o dipendenza per me era un po’ troppo. Diciamo che potevo stare tranquillamente senza fumare per mesi senza problemi.
        Quel giorno, evidentemente il mio fisico ha reagito negativamente al fumo e la pausa è diventata definitiva.
        Ricambio il sorriso

  17. fumo da sempre il toscano ma dato che so quanto puzzi….. evito sempre di farlo in presenza di estranei , lo faccio nella mia camera a gas e poi spalanco tutto estate ed inverno. Per superare il tuo problema senza litibare: presentati con mascherina antigas !!

    • Ah ah ah….sarei proprio bellina!

      immagino il tuo momento di relax…
      Hai presente la fumata bianca del papa? …ecco la tua e’ simile….praticamente ‘na ciminiera!!! 🙂
      cmq sei corretto…comprendi il fastidio che potrebbe creare e resti chiuso in casa….bravo!

  18. io fumo ma ho sempre un’attenzione esasperata per non fumare addosso alla gente, in particolare ai non fumatori! non è che siamo tutti uguali eh? 😉 se uno è maleducato lo è a prescindere dalle sue cattive abitudini

  19. Io sono una ex fumatrice, è quasi un anno che ho smesso; fumavo da quasi 25 anni, quasi 40 sigarette ad giorno. Praticamente ero una tipa come la signora che descrivi. Allora mi piaceva, punto. Ho sempre evitato i luoghi dove non si poteva fumare e ho sempre rispettato chi non gradiva l’odore di sigaretta. Però dopo di queste accortezze guai a chi mi avesse proposto di smettere, ero consapevole dei male che mi comperavo e dei vari rischi, i fumatori lo sanno tutti. Un giorno ho deciso che “basta” per una banalità, per il fatto che, rimasta senza sigarette, ho sclerato. Ho sempre creduto di non aveve dipendenza , il classico “smetto quando voglio”. Non mi è piaciuto quel legame che ho sentito fra me è la sigaretta, ne ho preso coscienza piena e ho smesso da un giorno all’altro. Felice di averlo scelto. Ho conosciuto una quindicina di giorni di astinenza da nicotina come i drogati, ma non ricomincerei più…ci ho acquistato olfatto, gusto, respiro, non conosco più la tosse al mattino e neppure i vestiti che facevano odore di fumo. Ora l’odore del fumo mi da fastidio e lo sento a distanza, mia figlia e mio marito fumano poco, eppure me ne accorgo. Mi è venuto un fiuto esagerato e son diventata anche una rompiscatole esagerata in questo senso. Quindi capisco te e capisco anche la signora, non lo si fa apposta, non ci si rende neppure conto di quanto fastidio possa dare il fumo passivo Chi fuma non sente l’odore del fumo, non lo sente sugli abiti, non lo sente nei capelli…per lui è tutto normale. E’ una droga, credimi…te lo dico da ex drogata di tabacco. Dicono che 5 al giorno il fisico non le accusa…io ho scelto 0 perchè mi conosco…le vie di mezzo non son per me. Beati gli equilibrati…io mai stata in vita mia. O tutto o niente,
    In questo caso decisamente niente 😀 Buona serata carissima …un abbraccio.

    • Grazie per aver scritto la tua esperienza…
      Laura cara tu sei stata una grande perche sei riuscita a dire basta….non e’ semplice per nulla.
      io non ho mai avuto il vizio del fumo e quindi non so cosa significa la dipendenza da nicotina ma immagino che sia un qualcosa non semplice da gestire…ti ritrovi sottomesso.
      per questo comprendo la mia amica e il suo comportamento involontario..infatti mi allontano senza dirle nulla.
      tu sei rinata e mi piacerebbe che le tue parole fossero da esempio e la spinta giusta per smettere per chi legge e ha questo vizio
      ti abbraccio 🙂

    • Una tossica….. 2 pacchetti al giorno sono tantissimi! Dove trovavi il tempo di fumarle? Bravissima, hai fatto bene. Mia moglie ha aspettato un infarto per smettere……

      • il tempo lo trovano credimi….praticamente una dopo l’altra…
        ormai tu non lo sentirai più l’odore del fumo..se hai una moglie che fuma tanto!!
        Neanche il tuo amore l’ha convinta a smettere??….

      • No, io fumo ancora quelle due sigarette al giorno più qualche extra il week-end, un pacchetto mi dura una settimana. E’ mia moglie che ha smesso dopo aver avuto un infarto. Ma non fumava neanche molto, 8-12 sigarette al giorno. Sai, è più facile farlo quando superi le 20 al giorno perché hai motivi che ti spingono a farlo, dalla salute al costo. Ma per uno come me è difficile, trovi sempre una scusa, tanto per un paio, cosa vuoi che ti facciano?

      • Mi piaceva e, come dice la padrona di casa, ne accendevo una via l’altra…ho fumato di tutto per gioco: pipa , sigaro, narghilè…e da ragazza non mi son fatta mancare neppure qualche canna…poi arrivi a un punto che decidi che non vuoi essere schiava, ne dipendente da nessuna cosa..non mi era mai capitato di rimanere senza sigarette e ho capito che davvero erano loro a vincere su di me. Ti parrà buffo ma il mio spirito libero si è ribellato…neppure per soldi o salute perchè si spende in mille cose inutili e ci si avvelena la vita con molto meno di una sigaretta…l’ho fatto solo per non aver vincoli …c’avessi pensato prima! Quanto a tua moglie non credo che le 8 sigarette al giorno siano causa d’infarto è che i cardiologi e i pneumologi ci vanno a nozze…io sarei già morta diversamente…però col senno di ora non fumerei nuovamente. Sto benissimo così…poi…mai dire mai .

      • Carina?? Non le davo alternative!! O mi rispondeva o le mandavo a casa quelli di Catfish….. 🙂

  20. fatto salvo il concetto della educazione e del rispetto…
    sinceramente parlando devo dire che questa crociata che spesso sconfina nella criminalizzazione contro i fumatori la condivido solo in parte, non ho motivi per non crederti ma dubito che la signora in questione spari il fumo in faccia a chi le sta di fronte (è un gesto offensivo). Detto questo… chi fuma ha il diritto di fumare, poiché non può più farlo in nessun altro posto (oltre a casa), fuma all’aperto, direi giustamente e ovviamente. Tendo a non socializzare con persone che hanno vizi o abitudini che non gradisco, però nemmeno giudico né mi preoccupo della salute altrui in modo ossessivo. Non esistono cervelli “puri”, ogni essere umano ha una valvola di sfogo, ti lascio riportandoti la teoria di un vecchio pittore che conosco da decenni: “meglio un bourbon e qualche Marlboro che uno psicofarmaco”, ha 70anni, sta bene e ancora dipinge alla grande… hai visto mai che…!!!

    complimenti per il blog

    buona giornata

    TADS

    • Tu quando parli a una persona che distanza mantieni?
      Non ci sto di certo sul naso ma a 50 cm circa sì..altrimenti mi occorre un megafono per parlarle…ecco quando accende la sigaretta il fumo lo senti..eccome se lo senti…

      Certo che è consentito fumare all’aperto e come ho già detto non sono nessuno per impedirlo…infatti taccio e mi sposto.
      Se fossi nei suoi panni nel momento della fumatina mi sposterei un attimino giusto per non creare fastidio di alcun genere a chi mi sta a fianco

      Diversamente da te io socializzo con tutti e mi adeguo se ne vale la pena..parto a priori che non siamo tutti uguali e cerco di capire per essere poi a mia volta compresa..

      Riguardo la salute…ovviamente una parola tira l’altra e l’argomento ci stava. In fondo non credo di aver mancato di rispetto a nessuno..abbiamo solo detto la verità
      Ciao..un sorriso!

  21. Fino a 4 anni fa ero un’accanita fumatrice…poi…di colpo grazie al buon esempio di mia madre e mia sorella che smisero di fumare…decisi che anche io avevo fumato abbastanza e misi la parola fine al fumo. Dopo 4 anni non mi manca per niente, anzi…mi sento libera perchè io che l’ho provato, posso dire che la sigaretta è una “schiavitù”. Ora posso godermi le cene ai ristoranti senza avere la smania di dover uscire a fumare tra una portata e l’altra…posso godermi la libertà da una dipendenza che non appaga ma appanna.. e da ex fumstrice sono molto meno tollerante con i fumatori…ma sì sa è normale! Concludo dicendo che smettere di fumare è molto più facile di quanto uno possa immaginare!

    • Tu dici? …non saprei…occorre una bella forza di volonta’ che tu hai avuto.
      Cmq smettere di fumare e’ stata una decisione dove hai guadagnato tanto e perso ben poco
      oltre la salute anche il portafoglio ti ringrazia
      un sorriso per te 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...