Qualche giorno fa…

Qualche giorno fa ho accompagnato mio fratello al pronto soccorso dell’ospedale per una frattura.
Una volta fatta la radiografia e messo il gesso gli hanno detto “deve tornare domani”
Lui giustamente ha domandato il motivo.
“Per prendere un appuntamento per la visita di controllo” gli è stato risposto
“E non posso prenderlo adesso?”
“No deve tornare domani, perchè l’ambulatorio ora è chiuso”

E’ uscito alterato dall’ambulatorio….sapeva che non sarebbe stato facile per lui spostarsi di nuovo e l’ho rassicurato dicendogli che mi sarei recata io a fare tutto.
Il giorno dopo ho fatto tre ore di fila: tre ore in piedi per avere un foglio con sopra una data.
Come si può chiamare tutto questo se non stupidità sadica?

E se mio fratello fosse stato solo al mondo? 
Avrebbe dovuto chiamare un taxi e con tutto il peso del gesso e i dolori che ne seguivano fare la fila  in piedi  per tutta una mattina, per poi richiamare un altro taxi e farsi riaccompagnare a casa.

402099_299742533421918_138800722849434_808733_1860251657_n

 

Quale mente perversa può imporre questo tipo di organizzazione?

 

Annunci

65 thoughts on “Qualche giorno fa…

  1. L’Italia è piena di questa gentaglia che ha fatto le scuole prima e i corsi poi nel CAC (Centro Addestramento Cretini), e poi ci si stupisce se tutto va male.

    Nella sanità, poi, si superano alla grande, tutti da 110 e lode, e i risultati si vedono.

    Per fortuna che c’eri tu che hai dovuto sopportare tutto quanto, altrimenti tuo fratello l’avrebbero dovuto riportare a casa col cucchiaio.

    Un abbraccio forte.

    • Mio fratello era incavolatissimo
      La sua pazienza è stata messa a dura prova: una mattinata di attesa al pronto soccorso per essere preso in considerazione, un’ora per i raggi e due ore di fila fuori dalla porta della sala gessi
      Alla fine era molto provato e sofferente
      Quando gli è stato detto che per prendere ulteriori appuntamenti si doveva recare in un determinato ambulatorio è esploso
      Ecchecaspita….un povero diavolo che non ha nessuno vicino ma come può farcela??
      Le badanti diventano indispensabili…a tutte le età!!!! ^__*
      Ciao Jim….

  2. La Sanità Italiana è allo sfascio e allo sbando perchè nessuno si vuole prendere le proprie responsabilità!
    L’unica nostra speranza è sperare di essere sempre in salute e avere bisogno di loro il più tardi possibile ,se si può anche MAI!
    Un abbraccio
    buona giornata 🙂
    liù

    • è anche vero che a furia di tagliare i costi molti servizi lasciano a desiderare..ma oramai siamo davvero alla frutta!!
      Chi ha i soldi si cura con visite private..chi non ha disponibilità economica ha rimasto solo da schiattare
      un abbraccio a te!! 🙂

  3. Qui da me, nel profondo Sud, si chiama telefonicamente l’ospedale e si fissa la data della visita, poi si riceve un Sms di conferma e al telefono sono gentilissimi. Stano ma vero.

      • dipende dai punti di vista, se si guarda l’Italia dalla Svizzera siete un passo avanti, se si guarda dalla Tunisia siamo noi un passo avanti 🙂
        Ci sono cose che funzionano dappertutto, statisticamente sono di più a nord del Rubicone, ma qualcosina, ma solo qualcosina, va anche quaggiù

  4. Non ti starò a raccontare cosa mi sta capitando da un mese a questa parte basta dire che ho il menisco rotto e le stampelle, due gemelli a cui badare, dolori che non ti fanno dormire e secondo loro non sono un caso urgente…dopo un mese e tramite conoscenze ho finalmente avuto la conferma di una operazione per sistemare il ginocchio. In quale altro paese ci si opera, si lavora, si vive solo se hai le conoscenze giuste?

    • Azzzzz….che situazione….
      una cosa è certa…se ti rivolgevi alla libera professione e ti facevi ricoverare in una clinica privata oggi avresti risolto il problema…
      in Italia è così….se hai i soldi hai tutte le priorità

  5. Mi dispiace per tuo fratello, purtroppo siamo tutti dei numeri ai quali viene attribuito un codice di gravità. Non c’è più umanità per il dolore, ma solo un colore che lo identifica. Vergognoso.
    Spero però che tuo fratello stia meglio. In bocca al lupo.
    Se ti vuoi distrarre un po’, passa a leggermi, se hai tempo. Prima la salute dei propri cari, poi il resto.
    Ti auguro una buona giornata.
    Luca

  6. “Quale mente perversa può imporre questo tipo di organizzazione?”
    Sono quelli non costretti a fare file ma che si rivolgono direttamente a costosissime cliniche pagate da noi……

    • Beh…ti confesso che a volte mi rivolgo pure io a cliniche private….risparmi soldi e salute (o meglio incazzature)…però paghi salato

      Concordo con te..”le menti perverse” che organizzano non sanno i disagi che provocano perchè in caso di qualche bisogno hanno strade privilegiate a disposizione

  7. questo è il risultato della disorganizzazione che regna negli Ospedali. La politica dovrebbe uscire dagli Ospedali, gli ambulatori dovrebbero funzionare anche di pomeriggio, tanta gente inutile che riscalda la sedia dovrebbe essere mandata a casa. Basta con i Sindacati che difendono i fannulloni o situazioni di comodo solo perché si tratta di un loro iscritto….

  8. Faccio tutto telefonicamente, non e’ un numero verde, e’ uno studio privato che si e’ associato all’ospedale della citta’ di Alessandria, fare radiografie costa uguale! Prova ad informarti se c’e’ qualcosa di simile dalle tue parti, credo che ci siano in tutte le citta’, baci cara, auguri a tuo fratello, ❤ buona serata!

    • Non credo che esista una cosa simile dalle mie parti…esiste un numero specifico per la libera professione dove rilasciano gli appuntamenti e stop
      Chissà…forse anche nella mia zona riusciranno a organizzarsi…verso il 2020!! sorrido
      Ciao Stellina …trascorri un felice fine settimana 🙂

  9. Demenziale. Altra parola non riesco atrovare, salvo essere scurrile.
    Col gesso fresco di giornata tornare il giorno dopo sarebbe stata una pura follia.
    Di persone fratturate ne ho accompagnate più di una ma a nessuna è stato chiesto di tornare il giorno dopo per l’appuntamento di controllo. A tutte è stato dato giorno e ora.

  10. Ti leggo solo ora. Da qualche mese non leggo gli articoli che mi arrivano.
    Questo, chissà perché l’ho letto e lascio un piccolo commento.
    Sono medico e sento un grande disprezzo per certe situazioni che definisco sofferenze “gratuite”.
    Il caso di tuo fratello non è stupidità, è delinquenza bella e buona. L’ospedale con tutto il suo personale è lì per lenire le sofferenze, non per renderle peggiori.
    Quei signori sono dei delinquenti.
    Uno dei primi articoli che scrissi sul mio blog era proprio sulla disorganizzazione del Pronto Soccorso ospedaliero.
    Buona domenica.
    Quarc

      • Ero e sono dell’idea che se si vuol migliorare la situazione, sono i giovani sani (quelli che non ne hanno ancora bisogno) quelli che possono far migliorare il comportamento di certi buzzurri. Se si aspetta di aver bisogno di cure… è troppo tardi.
        Il delinquente, se è tale, è anche sordo ai richiami di chi soffre.
        Dove è accaduto quello che ci hai raccontato?
        Quarc

  11. Pingback: SANITÀ… IN GENERE | Quarchedundepegi's Blog

  12. Io abito in una città dove, se ti rompi e ti ingessano, ti danno l’appuntamento per rivederti dopo un po’ – non ti mollano subito, ti seguono finchè non decidono che per loro (certo, per loro) sei a posto. Sperimentato in prima persona. Non sempre è tutto male insomma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...