La ricorrenza dei morti…

Fra pochi giorni ci sarà la festa più triste dell’anno
La ricorrenza dei morti, come un po’ tutte quelle ufficiali, spesso provoca ribellioni, fa venire a galla dei bubboni che suppuravano da tempo.
“Si deve fare” mi dice mia madre fra una corsa da un fioraio e l’altro
“Ma per chi si deve fare?”
“Perché?”

Folle che si dirigono verso i cimiteri provocando giganteschi ingorghi automobilistici, i chioschi di fiori che vengono presi d’assalto, i prezzi che salgono alle stelle, i viali dei camposanti che sembrano un centro commerciale al sabato pomeriggio. Il chiacchiericcio da bar della gente dinanzi le tombe dove si parla di tutto, dall’ultimo raccolto dei campi alle vacanze che si faranno a Natale senza ricordare il defunto.

Poi la festa finisce, i fiori appassiscono nei vasi, reclinano le loro corolle colorate riempiendo l’aria del loro sgradevole odore dolciastro.
Dopo qualche tempo qualche mano pietosa li toglie e i vasi restano lì con le bocche vuote, sdentate; al massimo vi ballonzola qualche fiore di plastica, il gambo rigido, i petali sbiaditi dal sole di anni.
Una specie di consumismo della memoria, un obbligo sociale da adempire nel giorno stabilito per poi riposare il resto dell’anno.

1394351_799625240063752_1209742035_n

Non ho mai tollerato l’obbligo della celebrazione qualunque essa sia e se devo essere sincera evito di recarmi al cimitero in questi momenti, preferisco farlo per tutti gli altri 363 giorni quando apparentemente è sempre deserto.
Quando regna la pace..la quiete..come dovrebbe essere..

Annunci

67 thoughts on “La ricorrenza dei morti…

  1. Concordo con te al 100% Io ci vado qualche volta durante l’anno ma in questi giorni evito per non vedere tutta sta gente falsa e ipocrita che si mette in mostra solo per poter dire di esserci stata e sentirsi apposta con la coscienza e con gli altri.

    Ah, se i morti potessero parlare chissà quante ne direbbero…

    Non parliamo poi dei fiorai, che “magicamente” aumentano sempre i prezzi (già cari durante il resto dell’anno) sfruttando queste giornate insieme a quelle di S. Valentino e festa della donna.

    Oh, mi sono dilungato troppo 😐

    • Eccolo Dottor Jim…dov’eri finito???
      Io vado spesso al cimitero..non puoi capire la pace che m’invade nel silenzio sovrano accanto
      la lapide dei miei cari
      Mi sento più vicina a loro anche se li porto nel cuore ogni giorno…ogni ora
      Non riesco a recarmi al camposanto perché una festività me lo impone solo per dimostrare alla gente che non mi sono dimenticata dei miei defunti..
      E’ tutta ipocrisia che non mi appartiene
      Bacino

      • Verissimo. Io ho i miei nonni e quando vado a trovarli me li sento ancora più vicini, e ogni volta che vedo tutta questa frenesia per UN solo giorno mi sale dentro tanta rabbia insieme a un sorriso amaro, perché alla fine tutta questa gente mi fa solo pena e basta.

        No, quell’ipocrisia non appartiene nemmeno a me.

        Un forte abbraccio e un tenero bacio :*

  2. Oh, ben detto. È vero è una ricorrenza triste. Ma andare al cimitero due giorni l’anno non farà resuscitare nessuno. Dal canto mio, non vado al cimitero in questi giorni di commemorazione, ma nemmeno ci vado tutto l’anno. Non ci vado mai. I miei cari, che non ci sono più, me li ricordo nella testa, li penso, ma non accetto di saperli dentro una bara. Li immagino in bellissimi posti, in un’eterna vacanza. Per questo non vado neanche ai funerali. Non ho ancora elaborato bene la morte, o forse non voglio proprio farlo. Credo di pensare più spesso ai defunti io, di chi andrà al cimitero in questi giorni parlando di altro.
    Buona giornata.

    • Francesca elaborare la morte è un discorso lungo è complesso
      Io ho paura di morire e ancora oggi non riesco ad accettare la morte dei miei cari, in particolare quella di mia nonna
      La sento sempre accanto a me ma provo cmq tanto dolore per la sua perdita.
      Mi è stato detto che nell’oltre vita si è in pace e si ritrovano parenti e conoscenti “trapassati” provando grande felicità, sarà così ma io non ho ancora metabolizzato la sua assenza..mi manca
      Spero che sia come dici tu… immaginarli in bellissimi posti, in un’eterna vacanza

  3. Triste è aver sentito la necessità di istituzionalizzare la memoria dei cari. Io non ci vado proprio perché li ho sempre vivi dentro di me e a portargli i fiori mi sembrerebbero morti davvero ma capisco che la quiete di quei luoghi pacifichi l’animo e si possa apprezzare. Ovviamente non in questi giorni. Hai ragione. Buona giornata!

    • Mia madre è legata a tradizioni ed è sempre troppo attenta alle critiche della gente
      In poche parole vive di apparenza
      Mi sono sempre ribellata a queste cose
      Ricordo che lei mi imponeva di andare a messa la domenica, ma poco importava il mio pensiero a riguardo, se ero credente o meno, dovevo fare la parte davanti a tutto il paese. Come se chi va in chiesa è per forza brava gente..ma dove sta scritto?
      Per le feste è la stessa cosa…non ho bisogno di dimostrare nulla a nessuno a differenza di tanta gente e detesto l’ipocrisia!
      Ciao..un sorriso per te!

      • L’educazione ricevuta è sempre importante sia se la si condivide sia se non la si condivide. È comunque un punto di partenza. Ed è comunque un bel regalo. Tua mamma pensava di proteggerti ed ha fatto alla fine molto di più visto dove è arrivato il tuo pensiero. Ricambio il sorriso…. Buona giornata!😘

      • Aahh, scusa se mi intrometto ma sembra di rivedere me e mia madre!
        Ad ogni modo, io abito in un paesino e qui per fortuna il via vai al cimitero lo vedo spesso, non solo durante questa ricorrenza. Ma concordo con l’ipocrisia dilagante a cui assistiamo in questa come in altre occasioni.
        Io ho un rapporto molto strano con la morte e non riesco a definirla. Non ho ancora dovuto affrontare lutti che mi riguardassero da vicino ma so che inevitabilmente prima o poi accadrà. Ecco, sotto questo punto di vista invidio un po’ chi ha fede, chi crede in qualcosa di preciso; io per ora ho idee molto vaghe.
        Buona giornata! ^^

      • sono molto legata a mia madre..mi ha trasmesso valori importanti..a volte me li ha imposti
        Lei è il mio punto di riferimento più importante, fonte di consigli e ha sempre una parola buona per risollevare il morale
        Abbiamo discusso parecchio ma oggi abbiamo raggiunto un equilibrio..o lei si è arresa…continua a mantenere le sue idee e io le mie 🙂
        Ti abbraccio Maru 🙂

      • beh sì Namida..chi ha fede riesce a farsene una ragione per la perdita di una persona cara
        Io sono un pò confusa a riguardo..sto ancora cercando risposte alle tante domande che faccio…

  4. S.Valentino, festa della mamma, papà, nonni, donne, Natale, Carnevale, Pasqua….. a cosa servono? Una scusa per incontrarsi in famiglia, fra amici e spendere qualche soldino, niente più. Io non festeggio neanche il compleanno, figurati. IO FACCIO FESTA TUTTO L’ANNO!!!! Non ho bisogno che qualcuno mi dica quando farlo..

  5. Condivido completamente i tuoi pensieri: è solo un’occasione per vedere i parenti, criticare come s’è vestito quello e quell’altro, comprare due dolciumi al banchetto del croccante (che non ho mai capito perchè si deve mettere davanti al cimitero) e far ingrassare i fiorai. Dei morti importa poco a tutti, ma tutti al cimitero ci devono andare…
    Io al cimitero ci vado durante l’anno, non molte volte per la verità, ma almeno in quelle poche volte c’è il giusto silenzio per la memoria e la preghiera. C’è poi il cimitero dove è sepolto mio suocero e lì davanti ci passo spesso quando vado ad allenarmi e così lo saluto mentre corro. Son convinto che se mi vede è più contento di vedermi ansimare in canottiera e calzoni corti che immobile e vestito a puntino davanti alla lapide con aria triste.

    • Vedo che la pensiamo allo stesso modo..mi fa piacere
      Penso pure io che i nostri cari passati a miglior vita (così dicono) siamo più felici di vederci sereni e impegnati altrove anziché tristi (e obbligati) accanto alla loro tomba
      Ciao ..buon giovedì 🙂

  6. io la vedo sotto un altro profilo
    Mi viene da dire per fortuna che esistono queste feste comandate che ricordano i defunti e tutti corrono a portare un fiore altrimenti sarebbero dimenticati in eterno.
    Sono un pò contro corrente sotto questo aspetto

  7. C’è chi se ne approfitta, come sempre e questo non mi piace. Per il resto, per me rappresenta una ricorrenza come le altre, legata alla tradizione, legata ai ricordi di quando i miei nonni mi “presentavano” parenti estinti da secoli facendo il giro del cimitero…
    Poi sono d’accordo che se si sente il bisogno di andare a trovare/ricordare qualcuno lo si fa in altri momenti o in altri posti, a volte bastano la mente e il cuore.

    • è vero….per anni e anni sono andata in giro per cimiteri in questa ricorrenza con i miei genitori…ho potuto così “conoscere” parenti di parenti, ovviamente immaginavo solo la l’esistenza non avendoli mai incontrati
      A momenti conosco tutto il mio albero genealogico grazie a quelle visite!!

  8. neppure io amo questo strano “fenomeno” che serve solo a rinfoltire la tasca degli addetti ai lavori.
    Quante cose vengono fatte solo perché “si deve fare”? Troppe!!!
    Almeno su questo lasciateci fare come ci dice il nostro cuore……

    ciao carissima

  9. L’obbligo di ricorrenza è uno delle cose che la rende meno sentita, più formale con maggiore efficacia.
    Io lo vivo per il divertimento obbligatorio comandato a San Silvestro (francamente mi diverto un sacco in moltissime altre occasioni, non capisco perché dovrebbe succedere a comando il 31 dicembre. Mah).

    Comunque prendere atto della morte, pensarla, meditarla è importante perché ti permette di vivere. Cosa intendo? Ti permette di vivere con maggiore consapevolezza, con la mente e l’anima che percepiscono che non è affatto né scontata né per sempre.

    • è vero…prendere atto della morte ti porta alla riflessione….bisognerebbe vivere ogni giorno a 360 all’ora…intensamente…e rigorosamente col sorriso
      perchè la vita è bella..anche con i suoi tanti problemi!!

  10. Ciaooo!
    Io, se devo essere sincera, al cimitero ci vado solo il 1 e il 2 di novembre! A me piacciono molto questi due giorni perchè vado a trovare i miei cari parenti che sono venuti a mancare e che purtroppo non ho conosciuto. 😦

  11. La visita ai propri cari non si deve limitare al 2 novembre ma esserci in qualsiasi data dell’anno.
    Io la penso così e così mi regolo.
    Poi il 2 ci vado comunque, ma è un giorno come un altro.

  12. Commemorare i morti in questi giorni mi da fastidio. mi da fastidio essere circondato da gente che va al cimitero e urla, parla, chiacchiera. Poi penso anche che il lutto e il pensiero verso qualcuno che non c’è più dovrebbe essere intimo e silenzioso.
    Saluti.

    • Concordo…..anche secondo me il pensiero verso qualcuno che manca tra noi deve essere un qualcosa di intimo e raccolto per questo non condivido queste visite di massa

      Michele se inserisci il link del tuo blog passo a leggerti 😉

  13. E’ uno dei motivi per cui sinceramente preferirei essere cremato… l’ideale sarebbe che le mie ceneri venissero disperse, in un parco dove vado sempre (non credo sia possibile, né legale, però),… In tutti casi una situazione che esca dalle convenzioni; se c’è una cosa che non mi piacerebbe, sarebbe pensare al fatto che i miei cari si sentissero in qualche modo obbligati a venirmi a trovare in un luogo fisso, a scadenze fisse, con tutto il contorno di fiori, lapidi e quant’altro… e l’idea di quelle sorte di ‘condominii per defunti’ che si vedono nei cimiteri mi intristisce… Al massimo preferirei che le mie ceneri venissero sotterrate all’ombra di un albero piantato sopra…

    • Bello il tuo commento
      Mi ha fatto ricordare le parole di una amica
      Quando è morto suo padre io ero all estero, al mio ritorno le ho chiesto dove fosse la sua lapide per portargli dei fiori
      mi ha risposto che hanno agito seguendo il suo desiderio…. l hanno cremato e disperso le ceneri su una collina che lui adorava
      quindi non esisteva né lapide e né foto per ricordarlo..lui diceva che non servivano…chi l aveva amato l avrebbe portato nel cuore
      Subito sono rimasta perplessa ma poi pensandoci……non aveva tutti i torti

      Buon risveglio 😉

  14. Sono daccordo con te …chi vá stà attento a controllare tutte le tombe che non hanno fiori per poterne sparlare specie nei paesi…i miei genitori sono sepolti in America a Broohlyn in un grande edificio di vetro e portare fiori e vietato e usano fare sempre donazioni per persone malate .I fiori li porto ogni giorno con il mio cuore.Ciao carissima.
    Caterina

    • Infatti non sopporto chi giudica e critica se davanti la tomba dei parenti defunti non ci sono fiori costosi..pare che l affetto si misura con l entità del fiore

      In America sono sempre più avanti rispetto a noi!!

  15. Pingback: TOP OF THE POST # 10 – 03 Novembre 2014 | momfrancesca

  16. La penso come te. Non c’è molto altro da dire. Credo che i ricordi rimangano nel cuore… ed è lì che stanno i miei. Capita spesso che, per un motivo o per l’altro, mi tornino in mente i miei cari che non ci sono più. Non c’è altro ricordo che voglio avere.

      • Ma Brum è una brava persona e ha un solo problema: è un po’ pirla. Anzi, quando è serio mi fa paura…… fra una riga e l’altra inserisci una battuta, che mi preoccupo! 🙂

      • Ahahaha. Albè ha ragione. Confermo ogni parola.
        Soprattutto il fatto che quando sono serio faccio paura. Specialmente a me stesso. 😉

        @Personale: forse abbiamo solo iniziato col piede storto… ci sta. Capita. Se una discussione capita dopo un pò che ci si conosce… magari diventa ininfluente sull’affetto globale e sulla stima che si ha per l’altra persona. Se capita all’inizio, quello che c’è di solido tra i due è così lieve che basta poco affinchè si decida che non valga la pena continuare. E questo senza che, ripeto, sia colpa di nessuno. Io non accuso nessuno. Parlo sempre e solo di compatibilità caratteriali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...