Ieri uscita dall’ufficio mi sono recata in

Ieri uscita dall’ufficio mi sono recata in un centro commerciale a comprare alcune cose.
mentre stavo guardando una vetrina si sono avvicinate due signore e non ho potuto fare a meno di ascoltare la loro conversazione. “Ci tocca anche quest’anno” diceva una all’altra con un espressione davvero amareggiata. “Giuro che è l’ultima volta, l’anno prossimo partiamo il 23 e tanti saluti a tutti”.
Sembrava che invece di una festa natalizia si andasse incontro ad una catastrofe naturale.
La festa del Natale ha perduto per i più il senso religioso, trasformandosi in una specie di piccolo inferno che si trascina sino all’Epifania.
L’umore di fondo che pervade questi tempi è la scontentezza e per sfogare questo stato d’animo ci si lamenta.
Lamentandosi si corre a fare i regali e si comprano in fretta oggetti per lo più inutili.
E anche quest anno, visto i tempi di crisi, presumo circoleranno sempre più i doni riciclati.
E mia madre ne sa qualcosa.

L’anno scorso ha pensato bene di regalare ad un’amica una cesta composta di prodotti artigianali davvero sfiziosi, e un servizio di caffè molto carino mai usato, che le era stato regalato l’anno prima.
Peccato che era proprio lei l’amica che le aveva fatto quel dono e mi sarebbe piaciuto vedere la sua faccia quando se l’è visto recapitare nuovamente a casa…forse pensava di essersene sbarazzato..e invece!!
Mia madre si è resa conto della figuraccia che ha fatto solo qualche giorno dopo, chiacchierando le è venuto in mente ed è diventata paonazza, non aveva più il coraggio di telefonarle.
Io invece riciclo la carta..Ci sono pacchi con involucri troppo carini, colorati, scintillanti e mi dispiace romperla..
Allora la conservo e mi capita di riutilizzarla al primo pacco da incartare…
Ehm..dicendo questa cosa faccio una figuraccia..ma non mi vergogno ammetterlo..e poi la carta non va sciupata..è una forma di rispetto verso l’ambiente..mettiamola così va!! ^__*

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

Resto cmq dell’idea che un regalo è un’azione ben più complessa che correre in un negozio e arraffare alcune cose.
Cercare un oggetto per una persona cara occorre tempo e bisogna sapersi aprire ai pensieri e alla sensibilità dell’altro.
Va benissimo anche se è riciclato, purché il gesto racchiuda affetto e nessun obbligo

Annunci

78 thoughts on “Ieri uscita dall’ufficio mi sono recata in

  1. Hai proprio ragione. Mi ha fatto troppo ridere il racconto su tua mamma :)) e piace molto anche a me l’idea di riciclare carte da regalo. Con un po’ di creatività si possono fare pacchetti originalissimi, che a volte sono più belli del regalo stesso. Buona giornata cara. :*

  2. Mi trovi perfettamente d’accordo…alcuni vivono e, mi dispiace dirlo, un Natale di facciata. Si deve stare tutti insieme, perché è Natale e già a Santo Stefano partono le pugnalate… Sono dell’idea che sarebbe opportuno viverlo con maggiore autenticità e coerenza. Del resto stiamo parlando di una festa religiosa non di un “inferno”…

  3. Ammetto che anch’io ho riciclato alcuni regali
    Erano cose che avevo già, come portafoglio, accendini, orologi, ovviamente mai usati e ancora confezionati
    Tua madre non è una mosca bianca, sempre più spesso capita di regalare cose che non utilizziamo. Sarebbe uno spreco tenerle nel cassetto
    Trovo poco carino chi invece pensa di rivendere i regali non graditi su eBay, lo fa un mio conoscente e per me è una cosa indescrivibile, di una bassezza infinita

  4. Un anno di tanto tempo fa con le mie amiche decidemmo di non farci un regalo ma un biglietto con “se potessi ti regalerei…”. Un pensiero “pensato” per ognuna da ognuna. Niente corse per negozi, tempo di cuore dedicato davvero e una serata indimenticabile…

  5. Ahahah!!! Mi è capitato una sola vota di reciclare un regalo, ho rigirato un vaso di cristallo regalatomi al mio matrimonio. In cantina ho montagne di oggettini e soprammobili che non usiamo più, potrei regalarli a Natale. Insieme a centinaia e centinaia di videocassette…….. Altro che blog, potrei aprire un mercatino virtuale….. credo si chiami Ebay…. 🙂 Buon week-end a tutti!!

  6. Ecco perché non faccio regali a Natale …a parte il fatto che anche io faccio parte della schiera che vorrebbe avere un calendario che dal 23 dicembre passa direttamente al 7 gennaio, non ho tempo per “pensare” i regali e quindi li evito

    • anche tu sei allergico alle feste natalizie COMANDATE?
      io lo sono diventata
      Portano tanta tristezza..in particolare a chi è solo…
      Quindi anche tu niente regali?…credo che quest’anno saremo in molti!
      Ciao Fedy..buon fine settimana 🙂

      • ah …e a proposito di regali fatti con affetto, alla mia seconda (ex) moglie andavano bene, purché sopra i 1.000 euro (ed anche abbondantemente oltre, considerando le borse che piacciono a lei). L’unica volta che ho fatto due ore di fila da Tiffany per degli orecchini che desiderava mi ha guardato male, perché non avevano un adeguato anello abbinato.

      • madòòòòòò….povero Fedy!
        Tu non meriti questo…
        Ma come si fa ad essere così veniali??…ma non si vergognava?..io mi sentirei un verme..te lo giuro
        C’è anche da dire che per ogni regalo ricevuto mi sento in debito e desidero ricambiare con qualcosa alla pari, mi sembra il minimo
        Non so come certe donne riescano ad approfittarsi a tale maniera
        Perdendo lei non hai perso nulla sai!!

      • Ma por__ __zzo Fedi, ma perché facevi certe cose? La prossima volta che ti vorrai sposare passacela in rassegna che decidiamo noi! Amore e raziocinio…….

      • Se vuoi bene ad un amico lo proteggi. Costatato che quando s’innamora perde completamente il lume della ragione, deve essere aiutato e gli assegneremo un tutore amministrativo per evidenti incapacità.

  7. Il regalo non deve essere un obbligo e quando lo si fa deve avere un significato.
    Comprare qualcosa tanto per non fare brutta figura o perchè le convenzioni lo impongono è veramente triste.
    Ma ancora più triste è che le persone hanno perso il senso religioso del Natale, soprattutto quelli che vanno in chiesa tutte le domeniche.

  8. Hai ragione da vendere, come si dice “quel che conta è il pensiero”! Peccato che a volte gli oggettini e cianfrusaglie da bancarella vengano visti solo come un dovere, e smollati in buchetta della posta come un pacco, e di pensiero han ben poco… resto comunque dell’idea che a parole ogni pensiero val più di un regalino forzato 🙂

    • e già..perchè poi ci sono quelli che PESANO il regalo…poco importa il pensiero ma il valore
      E coi tempi che corrono non tutti possono permettersi regali costosi
      Il pensiero è sicuramente più sincero
      ti abbraccio 🙂

  9. è vero che queste feste sono uno stress, specialmente per chi ha una famiglia numerosa e deve preparare i pranzi,,,io invece adoro fare regali e regalini, riciclo anch’io carta e fiocchetti, ma solitamente comincio già da ottobre novembre, se sono in giro per mercati, ipermercati etc e trovo qualcosa di carino che mi fa venire in mente qualcuno a me caro lo prendo proprio in previsione del Natale…l’altro ho visto in una bancarella del mercato una vestaglia con disegnati dei gattini, mia sorella è amante dei gatti…quindi regalo già acquistato 😉 e bello impacchettato con la carta dello scorso anno

    • anche una mia amica fa come te, comincia con largo anticipo a comprare i regali natalizi, io invece non ci riesco, rimando sempre senza decidermi mai e arrivo all’ultimo trafelata
      Poi bisogna scegliere fra quello che è rimasto perché le cose più carine sono già state vendute
      Non sono molto afferrata per i regali a dire il vero..ho poca fantasia
      Trascorri un bel fine settimana ^__^

  10. il Natale è la festa più grande della Cristianità ma per molte persone (come le due signore del tuo post) viene vissuta come una iattura perché ci sono i “famosi” regali e regalini da fare assolutamente quasi te lo avesse ordinato il medico.
    Per me resta sempre un valore irrinunciabile quello di trascorrere queste feste con la serenità nell’animo insieme alle persone più care davanti ad una tavola imbandita….
    (anche a me piace conservare e riutilizzare alla bisogna la carta delle confezioni)
    ciao carissima, buona serata

    • E fai bene a mantenere vivo nel tuo cuore questa atmosfera
      Non è lo stesso per me, molte persone me l’hanno fatta perdere per strada e non ci credo molto a queste feste
      Vorrei tornare bambina, a quei tempi avvertivo tanta magia in queste feste
      Buon fine settimana ^__^

      • oggi il Natale è stato ridotto ad un puro fenomeno di consumismo, ecco perché è venuta meno la festa.
        Anche a me piacerebbe rivivere il Natale come da bambino quando si coglieva tutta la bellezza della festa con poche e semplici cose….
        (ti ho lasciato gli auguri di Natale nel mio blog)

  11. Il problema delle feste è che si è perso il giusto di ritrovarsi insieme per passare una giornata in compagnia. Anno dopo anno la fatica di sistemare la casa, di preparare il mangiare e poi l’operazione inversa è diventato pesante, anche perché gli anni passano. Quindi capisco le due donne.
    Per quanto riguarda il riciclo. Per le carte va benisismo, anche noi lo facciamo. Per i regali serve un po’ di attenzione per evitare quello che è capitato a tua madre. Però a volte si ricevono dei regali inutili e offensivi (intenso non che arrecano offesa ma che mettono nervosimo) E’ vero che un regalo è unregalo ma forse un minimo di attenzione forse non guasta.
    Dolce noitte

  12. Mi hai fatto ridere, troppo forte tua mamma, mi e’ venuto in mente che un anno ci siamo trovati un regalo della comunione di mia figlia riciclato, una cornice molto bella che aveva comprato mia mamma e che aveva regalato alla vicina per la comunione del nipote, il fatto e’ che a noi il regalo e’ stato donato da un altra vicina, 😀 😀 😀 pensa te che giro aveva fatto quella cornice, 😀 😀 Mia madre ed io abbiamo riso cosi’ tanto, 😀 Bacioni cara, io adoro fare i regali, alle persone che amo, ci penso tutto l’anno per accontentarli, quella che riceve piu’ regali e’ comunque mia figlia, 😀 un abbraccio cara, buon weekend, ❤

    • Ho riso pure io con mia madre….sono cose che capitano
      Come si suol dire l’importante è il pensiero e se è riciclato pazienza
      A me piacerebbe fare regali..ma non ci prendo mai..uff…allora a volte chiedo prima cosa piacerebbe ricevere..in particolare ai miei figli..così li accontento
      Ciao stellina..buon fine settimana ^__^

      • Come non ci prendi, basta ascoltare, spesse volte l’oggetto del desiderio e’ richiesto indirettamente, io ho imparato nel corso degli anni, provaci, io mi diverto adesso, ci azzecco sempre, e poi mi dicono, ma come hai fatto? 😀 Buon weekend tesoro, tvb, tantissimo!!

  13. Anche io posso saltare a piè pari dal primo giorno di feste scolastiche alla riapertura delle scuole, il Natale mantiene un significato come mamma, perchè per i bimbi è speciale sempre ma da quando sono separata è anche di difficile gestione. Amo fare i regali e non è una questione di denaro, mi piace proprio trovare il pensiero giusto, può essere anche una sciocchezza e comunque di solito regalo libri. Carte riciclate anche per me, soprattutto i nastri 🙂

  14. Innanzitutto grazie per il follow!!Secondo poi in effetti è vero quello che scrivi… ormai lo stress e il cattivo umore e la fretta ci hanno rovinato tutto. Bisognerebbe fermarsi un attimo e riflettere bene.
    Tante volte penso sia anche meglio non fare regali, piuttosto che farli di corsa….

  15. Aldilà del senso religioso della festa che logicamente assume significati differenti per chi crede oppure no, quello che ha snaturato le feste è la frenesia di dover correre dappertutto per avere tutto impeccabilmente pronto per la Vigilia di Natale. Corsa ai regali, corsa a mettere a lucido la casa, corsa a preparare il pranzo con un mega menù che accontenti tutti i parenti. A complicare tutto ciò si aggiungono, proprio nelle caotiche settimane prenatalizie, tutta una serie di impegni a cui non devi proprio mancare: cene aziendali, recite scolastiche, saggi ginnici, concerti di beneficienza etc… Si arriva al Natale così sfiniti che non si vede l’ora che tutto sia passato.

    Quest’anno mia moglie ha deciso che il pranzo di Natale lo facciamo a casa nostra: sarà un rincorsa frenetica fino al 25 ma poi il calendario ci verrà in aiuto… dal 26 al 28 tutto riposo: dormite e strascicamenti fra letto e divano, tra fette di panettone avanzate e filmoni zuccherosi in tv… Per le altre feste saremo noi ospiti del resto del parentado! Ahahah! 😀

    Consola la tua mamma: mia suocera ha fatto pure di peggio! Mia suocera parte per tempo: compra e impacchetta tutti i regali con largo anticipo ma, un po’ perchè ci vede poco e un po’ perchè si fida molto della sua memoria, non mette mai i bigliettini e quando arriva Natale è passato così tanto tempo che non si ricorda per chi erano i vari regali. Alcuni anni fa scambiò due pacchetti che sembravano identici: il bimbo di un mio cugino ricevette una scatola di cioccolatini mentre avrei voluto vedere la faccia di un’altra cugina, ultraquarantenne e senza figli, che si ritrovò con una scatola di costruzioni Lego!

    p.s. La carta e i fiocchi li riciclo anch’io. Per i regali doppi o inutili consiglio di scambiarli su questi due siti: http://www.coseinutili.it oppure http://www.reoose.com. Eviti di metterli a prendere polvere in soffitta e non è proprio squallido come rivenderli su Ebay…

    • Sei troppo simpatico…mi hai fatto sorridere

      Tua suocera ci mette tutto il suo impegno. ..bisogna perdonare qualche mancanza. ..si confonde un pò ma il pensiero c’è lo mette tutto e anche l affetto
      Bellina che è! !!

      Quindi pranzo a casa….e poi tanto divano…panettone e tombola
      È il natale che preferisco. ..fatto di cose semplici..dove regna serenità..armonia e tanta atmosfera
      Manca un pò di neve…che fa tanto natale

      Grazie per i link!!

  16. E’ capitato anche a me il discorso…”l’anno prossimo parto e torno dopo la Befana. Così, passato il santo passata la festa e non devo fare regali a nessuno. Nessuno te li fa e quando torni nessuno se ne ricorda più”. Il discorso mi ha fatto sorridere perchè il ragazzo che me lo ha fatto ha dato per scontato che anche io mi trovassi nella stessa situazione. E invece, non sapeva che a me non funziona così. Non ho obblighi. Faccio un regalo solo se ne ho voglia e lo acquisto solo quando lo vedo. Quindi se trovo un oggetto che mi fa pensare a una persona allora magari lo compro, altrimenti desisto ma, non deve essere per forza Natale. Anche perchè perchè per me il Natale è tutta un’altra cosa. Fortissima l’immagine delle tazzine da caffè restituite a chi ne ha fatto dono … anche se immagino l’espressione dall’altro lato …. ooooopsssss …. ciao ciao e buona serata. Gg

  17. La penso come te…non sopporto i regali forzati dalle festività.
    Mi piccino quelli sentiti e scelti col cuore per questo queste feste le salterebbe volentieri
    Cmq anche per quest’anno sono passate e ci penseremo l anno prossimo
    Buon risveglio!!☺

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...