A tutte le mamme…

Ieri sera parlavo con un’amica al telefono e mi ha ricordato che domenica prossima è la festa della mamma
Si è lasciata andare ad un momento di sconforto , uno dei tanti da quando la sua mamma è venuta a mancare.
Ora lei vive con il rimpianto di non averle mai detto il bene che le voleva.
Le ho detto che ci sono  parole silenziose, piene di sostanza anche se non vengono mai pronunciate.
Parole che non hanno bisogno di farsi voce…
Sono quelle fra una madre e un figlio, esistono al di là di tutto, sono talmente forti che non hanno bisogno di fisicità per rendersi concrete: prescindono al tempo e dallo spazio

Non esistono madri vecchie, non esistono  madri  giovani, esistono  le madri soltanto e penso che non esista un giorno preciso per festeggiarle,
Ogni momento dovrebbe essere festa per le persone che ci appartengono e a cui vogliamo bene

Con questo post voglio condividere con voi  più   che un pensiero una certezza: la madre  è la vita e non muore mai.
Si rigenera, assume nuove forme, oltre che nuovi significati, ci è accanto sempre e comunque

424064_306227752773396_138800722849434_824202_1458667303_n

Lo sono anch’io una mamma …ma mi sento ancora tanto figlia

Auguri a tutte le mamme

Annunci

59 thoughts on “A tutte le mamme…

  1. Condivido pienamente quello che dici, e auguro a te di vivere una vita da mamma e da figlia ricca di emozioni e gioia infinita! Cice

      • Eh pensa che nemmeno a me arrivano le notifiche del tuo :\ devo ricaricare la pagina ogni tanto per vedere se hai risposto o meno.

        Ad ogni modo al nuovo blog ci sto lavorando e conto di terminarlo presto 😉

        Nel frattempo ci prendiamo un caffè? :*

      • stamattina caffè doppio..uff sono un pò stanchina!!

        Che dici non sarà worpress che perde colpi??
        Cmq attendo con smania il tuo nuovo blog..chissà che poi non riesca anche io ad interagire con te 🙂

        Buon fine settimana!!

      • Mi sa che è tutto l’insieme 🙂

        Appena sarà completato sarai la prima a saperlo 😉

        Un forte abbraccio e passa un buon fine settimana 😘

  2. Mia madre e’ stata una donna sopra le righe. Dura, severa, a dire il vero cattiva. Fu violenta verbalmente, psicologicamente e fisicamente. Arrivò ad abbandonarmi in casa a 15 anni quando si accompagno’ a un uomo di cui si era innamorata, tornava una volta ogni due settimane per pagare le bollette e fare la spesa ma io per il resto ero completamente autosufficiente anche se mi sentivo immensamente sola. Un giorno i miei nonni lo scoprirono e si adirarono con lei. La obbligarono a lasciare quell uomo e a stare in casa con me a far la madre. Mi odiò. Mi muovevo silenziosa per non farle scattare i nervi ma lei mi guardava con disprezzo perché in me vedeva il freno alla sua nuova vita.
    Crebbi.
    E crescendo, quando affrontai i miei demoni, persone specializzate delicatamente mi fecero capire che i problemi non li avevo io ma la mia genitrice. Mi fecero comprendere che se c erano dei disturbi quelli non erano i miei ma i suoi.
    Oggi siamo due persone completamente diverse. Mamma e’ diventata più anziana, si è calmata, sorride, mi prepara PURE la cena. Cosa impensabile qualche anno fa. La guardo e mi domando dove sia quella donna superba che dall alto dei suoi tacchi chiudeva la porta alle sue spalle lasciando me nel corridoio a guardare la maniglia con il walkman in mano, avevo appena finito di dirle: oggi è il mio compleanno ti va di fare qualcosa insieme?
    Ovviamente si intuisce la risposta.
    Non so se si sia mai pentita di quello che mi ha fatto. Anche crescendo una volta le esternai un dubbio su una cosa che mi angosciava molto, volevo solo un parere, un punto di vista, forse solo esprimermi… Mi rispose in maniera tale che provai forse una delle più profonde vergogne mai provate in vita mia. Io a volte provo ancora molta rabbia. Lo strazio è non saper dove rivolgere quella rabbia e angoscia.
    Tutto sommato le voglio bene.
    Quasi a volte mi fa tenerezza bene he non riesca a dirle che le voglio bene. Ma gliene voglio molto. Anche quando lei prova a farmi ridere e io la guardo seria e distaccata.
    Non so da dove nasca la festa della mamma e nemmeno mi va di ricercarne le origini ma ben venga anche la festa della mamma.
    Un saluto

    • Credo che madre si nasca e raramente lo si diventa
      Mi spiego meglio, l’istinto materno è un qualcosa di naturale che cresce dentro di noi sin dai primi giorni di vita e evolve nel tempo sino ad arrivare all’apice con la gravidanza
      Non tutte le femmine che vengono alla luce diventeranno madri in età adulta perché non sentono dentro di loro questo istinto di procreare, non appartiene proprio al loro DNA
      Le donne intelligenti che sanno di non essere predisposte ad accogliere un figlio evitano di averlo, altre per fare contento il partner accettano di partorirne almeno uno….ma non sono in grado di accudirlo, non credo sia per cattiveria, forse perché lo ritengono un peso
      Per quel che mi riguarda sin dai primi anni di vita..cinque se non ricordo male, dicevo che da grande volevo diventare mamma prestissimo..e così è stato

      Detto questo obbligare una donna a fare la madre quando non sente alcun desiderio di farlo rende due persone tristi, lei e la figlia. La vive come un punizione, anche se la legge detta che le responsabilità dovrebbe prendersele tutte almeno finché il figlio è minorenne
      Immagino quindi il suo odio nei tuoi confronti..lo trovo repellente ma non sei l’unica credimi!!
      Non farti delle colpe perché non ne hai nessuna…sei stata solo tanto sfortunata

      Sai….mi fai una gran tenerezza…e mi sono commossa leggendo la tua storia
      Ti vedo bambina in cerca di un po’ di affetto che non è mai arrivato, ti vedo adolescente in attesa di aspettative mai realizzate che non hanno fatto altro che confermare che tu una madre non l’hai mai avuta
      Nonostante tutto le vuoi bene..le stai accanto e la cerchi e dimostra il cuore immenso che hai, altri al tuo posto si sarebbero allontanati
      Non so se tu oggi sei madre..ma se un giorno lo diventerai sarai una grande mamma..e di questo ne sono più che certa
      Ti abbraccio forte forte…desidero trasmetterti un po’ di calore, lo stesso che non hai mai ricevuto..ti ho sentita vicina leggendoti e provo tanta ammirazione per te!
      Grazie di cuore per esserti fermata nel mio blog!

  3. Concordo e mi ritrovo nelle parole e pensieri che hai scritto. Non esiste un giorno di festa ma tutti i giorni sono utili per fare festa.
    Mia madre è morta da pochi mesi – le mancavano due mesi a cent’anni- ma sei ipocrito se dicessi che ho rimosri per non averle dato di più. Ho dato tutto quello che ho sentito dentro di me senza mai aspettarmi nulla in cambio. Certamente il ricordo è vivo e non credo che smetterà di esserlo.
    Auguri anche a te come mamma.

  4. ” son tutte belle le mamme del mondo……”
    “mamma tu compri soltanto profumi per te…….”
    Ecco, ci sono mamme e mamme……ma anche figli e figli
    Buona serata e buona festa delle mamma, con un pò di anticipo 🙂

    • “mamma tu compri soltanto profumi per te”…questa frase la racconta lunga!!
      Non so..leggo un qualcosa di stonato fra le tue righe..spero che tu sia serena e in pace con tua madre
      Mi dispiacerebbe se fosse il contrario!!

      • tutto ok, penso che come in tutti i rapporti qualche volta ci siano battibecchi anche tra una madre ed una figlia, e vivendo nella stessa casa, una sotto, l’altra sopra, magari sono un pò più frequenti:) Buona festa della mamma per te

  5. Mi sorprendo spesso a desiderare di tornare ad essere “figlia”, quasi che, da questa condizione, io possa centrarmi più profondamente nel mio ruolo di mamma. Ruolo difficile e complicatissimo ma che, giorno dopo giorno, mi nutre e mi insegna.
    Ricordo ancora il momento preciso in cui è venuta al mondo la mia prima figlia, non dimenticherò mai l’appagamento totale e la follia di quell’istante, l’esplosione di gioia e il senso profondo che arrivo all’improvviso senza che io lo cercassi. Ancora non lo sapevo, ma quel piccolo cucciolo di donna, stava per trasfomare radicalmente il mio percorso come essere umano su questa Terra.

    • sai..è proprio perchè spesso ripercorro i tempi che mi vedevano bambina che oggi vivo al meglio il ruolo di madre
      La mia non è stata un’infanzia semplice e oggi cerco di comportarmi diversamente da come sono stata cresciuta..e per come vedo i miei figli sereni devo dire che non sto sbagliando
      La nascita di un figlio è una vera esplosione di emozioni, sensazioni, colori che completano la vita
      Auguri anche a te che sei mamma 🙂

  6. accidenti….. ho letto il post e dopo mi sono persa nel primo post lungo tra i commenti…. e piango lascrime di emozioni represse anche io… esprimersi non è facile.. soprattutto per certi caratteri come il mio che apparentemente risultano forti…. la mia mamma ed anche io lo sono, mi lascia sempre molto indifferente, sono molto più legata a papà, però non ho mai avuto molta stima di lei… ne avevo molta di più delle mie nonne, come donne e come madri, oltre che come nonne.
    spero sempre che i miei figli abbiano me come punto di riferimento e non altre o altre….. ma non so se riuscirò mai ad essere una di quelle mamma tutte amorevoli che dimostrano sempre e cmq amore ai propri figli, grazie, tranquillità, non sono così….
    Mamma si diventa perchè in un certo senso si cambia, si passa ad uno step superiore, ma non significa che una donna, solo perchè mamma, ha finito di esistere e da li in poi deve solo vivere per casa, marito e figli. anche perchè secondo me, sarebbe stupido passare un’intera adolescenza a cercare l’uomo dei nostri sogni se poi moriamo con la creazione di una nuova famiglia. scusa i termini un tantino forti, ma sono solo incisivi per meglio spiegarmi e non effettivamente strog ^_^
    buona festa della mamma a tutte

  7. Dolcissimo e vero quello che hai scritto, mi e’ piaciuto tanto, auguri cara, a te che sei mamma e figlia, un abbraccio grande, buona domenica, ❤

  8. Gli ultimi giorni di vita di mia madre, chiamavo continuamente, pensando che non avrei più avuto motivo od occasione di farlo da lì a poco… invece non passa giorno che non sospiro questa parola almeno una volta.
    Ricordo anche che nel pieno del dolore un amico mi vide rannicchiata randagia e mi disse “non ti riconosco! Tu dovresti sapere che la tua mamma non è finita ma è solo cambiata…”
    Questi sono particolari importanti.
    Auguri a tutte le mamme in ogni loro giorno e grazie per il vostro esserlo!
    Brigida

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...