#IoRestoaCasa

 

C’è un tempo per parlare al telefono e uno per guidare;
un tempo per godersi il panorama e uno per tenere gli occhi inchiodati alla strada;
un tempo per divertirsi e un tempo per guidare con coscienza.

Un tempo per uscire e uno per restare a casa.

Questo è il tempo di restare a casa, perché la cosa più importante di tutte, oggi, non sono strade sicure ma strade “vuote”.

Solo così possiamo fermare questo virus.

E solo se questo virus si ferma, possiamo riprendere lo straordinario viaggio della vita.

 Come state?
io vivo con l’ansia appiccicata addosso
A volte penso sia un incubo,
uno di quei brutti sogni che non vedi l’ora di svegliarti per farli finire.
E in vece no..è tutta realtà,
una brutta realtà che ti fa apprezzare tante cose
E dopo nulla sarà come prima

25 pensieri su “#IoRestoaCasa

  1. Provando a guardare oltre al disagio psicologico che viviamo in questo periodo storico, io lo sto vivendo come un test, un esame che l’evoluzione ci sta sottoponendo.
    E, a quanto pare, non stiamo andando benissimo.

  2. c’è sempre troppa gente a mio avviso che esce senza motivo, oggi mentre andavo a comprare ho visto anziani seduti ai giardini come un normale giorno di primavera. E’ una situazione terribile quella che stiamo vivendo, ma secondo me molti non se ne rendono conto e cercano di minimizzare, forse per combattere la stessa paura, non saprei….

    • Proprio gli anziani che sono quelli più a rischio
      E’ indispensabile restare a casa e occupare il tempo facendo di tutto, riordinare, cucinare, leggere, pensare il meno possibile e sperare…
      Perchè prima o poi tutto questo avrà una fine…
      Ti abbraccio Max!

  3. Abbiamo vissuto a lungo ciecamente inseguendo un ritmo temporale, sociale ed economico falso e solo apparentemente produttivo. Qualcosa di imprevedibile, non trovo altro termine, ci sta sbattendo in faccia tutti i nostri errori e ogni cosa scricchiola perché lo sappiamo solo ora che le fondamenta sono montate e per troppo tempo non ce ne siamo curati. È un virus poco conosciuto, contagiosissimo, in una certa percentuale di casi letale perché semplicemente non c’è cura! Ma il problema non è solo clinico…. C’è una enorme componente esistenziale, etica… C’è una gravissima componente economica ed io non vedo come con i soliti mezzi se ne possa venire a capo. Sono certo che dopo nulla sarà più come prima. Nulla.

  4. Concordo con te..nulla sarà come prima
    Oggi viviamo la giornata con la speranza di uscire da un tunnel mai stato così nero. Intanto chiusi fra quattro mura, privati della nostra libertà, facciamo i conti col passato
    E comprendiamo tante cose…
    Ti abbraccio Enzo. forte forte!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...